-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere questo blog come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora imparando.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

giovedì 15 novembre 2018

Hennè Khadi, Forsan e Sitarama - Lawsonia Inermis

Biongiorno a tutti.
Oggi vi lascio le brevissime recensioni di alcuni hennè che provai tanto tempo fa (e di cui avevo parlato già nella pagina facebook, che però ora ho chiuso): si tratta dei più economici e facilmente reperibili: Khadì, Forsan e Sitarama.
-Hennè Khadì
Prodotto senza infamia e senza lode: colora di un bel rosso caldo (aranciato), non è particolarmente grumoso e si spalma facilmente se viene mescolato per bene e con l'aggiunta di zucchero. Tuttavia ho notato che ha abbastanza sabbia che quindi rende difficile il risciacquo e i capelli un po' stopposi.
Il prezzo si aggira intorno ai 6/7 euro (sia online che nelle bioprofumerie), più del Forsan e meno del Sitarama.



-Hennè Forsan
Questo è stato il mio primo hennè. L'avevo acquistato pur sapendo che era sabbioso, ma visto il prezzo (poco più di 3 euro) ho preferito spendere poco e accettare la scarsa qualità (almeno se veniva 'na schifezza non mi mangiavo le mani.. ).
Lo consiglio perchè per colorare, colora anche abbastanza bene. Per ovviare al problema della sabbia è possibile filtrarlo tramite una calza o aggiungere all'impasto ingredienti idratanti quali miele, gel ai semi di lino, methi (fieno greco), geldi aloe vera: tutti questi aiutano a rendere il composto più spalmabile e diminuiscono l'effetto crespo. Tuttavia lo consiglio soprattutto a chi è alle prime armi e non vuole spendere molto. Nel tempo, un uso prolungato di questo prodotto potrebbe seccare e danneggiare i capelli e perciò sarebbe meglio passare ad hennè di marche più qualitative (di cui vi parlerò più avanti!).


-Hennè Sitarama
Approvato! E' stato il mio secondo hennè e l'ho apprezzato davvero molto: ottima consistenza, niente sabbia, facile da applicare e da sciacquare: è stato amore a prima vista! Unica pecca? il prezzo. L'ho trovato a 9 euro in erboristeria e purtroppo non l'ho visto da nessun'altra parte per un confronto di costi (ecco perchè ho ripiegato sul Khadì..). Dona un bel colore aranciato sui capelli chiari e riflessi sui capelli più scuri. E' un buon prodotto che consiglio a chi vuole una tonalità calda; purtroppo il costo è un po' alto.


LINK UTILI:
-Gel ai semi di lino per capelli
-Fieno greco (o Methi)
-Hennè: la magia della polvere
-Come preparare l'hennè tono caldo
-Come preparare l'hennè tono freddo
-Picramato nell'hennè
-Tutto quello che so sull'hennè
-Applicarsi l'hennè da soli
Posta un commento