-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

sabato 2 gennaio 2016

Tisana Equiseto ed Ortica per capelli e unghie fragili

Ciao a tutti!
Oggi vi parlo di due erbe utili per il benessere fisico: si tratta dell'Equisetum arvense e dell'Urtica dioica. In commercio si trovano sottoforma di compresse, macerato, bustine, succo, oppure foglie secche da miscelare in tisana (come nella foto) ed è proprio di quest'ultima che vi parlerò. Tutte queste forme possono essere reperibili per lo più in erboristeria o in alcuni grandi supermercati.


Innanzitutto questa miscela può essere preparara in due modi e in base a quello scelto avremo una diversa funzione: se si prepara un infuso queste piante agiranno come diuretici; se invece si prepara un decotto, avranno proprietà rimineralizzanti, ovvero apporteranno sali minerali nell'organismo e andranno perciò a rinforzare ossa, denti, unghie e capelli.
Vediamole nello specifico.

-Equiseto (o "coda cavallina"):
 
Si tratta di una pianta molto antica, oggigiorno perenne, che può raggiungere anche i 60-80 cm di altezza. E' nativa dell'Asia e diffusa poi anche in Europa; preferisce terreni umidi in luoghi temperati e freschi e viene raccolta dall'estate in poi.
L'Equiseto contiene alcaloidi, flavonoidi, steroli, tannini, diversi minerali (come calcio, silicio, potassio, magnesio, zolfo) e l'acido silicico, idrosolubile e facilmente assimilabile dall'organismo.
Questa pianta è ricca di proprietà: svolge infatti un'azione diuretica, vulneraria (ovvero è in grado di facilitare la cicatrizzazione delle ferite), antisettica (cioè previene o combatte le infezioni), emostatica (arresta le emorragie), drenante e rimineralizzante; è però anche antianemica, purificante, lenitiva in caso di infiammazioni e utile in caso di reumatismi.
Tuttavia però, come ogni altro rimedio fitoterapico, ha comunque alcune controindicazioni: è sconsigliata infatti in caso di calcoli renali, pressione alta, insufficienza cardiaca, gravidanza e allattamento, diabete. E' quindi buona cosa sentire il parere del proprio medico o dell'erborista di fiducia!

-Ortica:
E' una pianta perenne che può raggiungere anche 1,5 mt di altezza, si trova in terreni degradati, nei boschetti o negli orti; le sue foglie vengono raccolte preferibilmente in primavera, sempre con l'uso dei guanti a protezione delle mani, poichè sulla superficie della foglia è presente una peluria urticante che può dare prurito o allergia.
L'ortica contiene clorofilla (che le dona quel bel colore verde), serotonina, istamina (composto azotato coinvolto nei processi digestivi e antinfiammatori), flavonoidi, vitamina C, fibre, acido silicico e acido folico, ferro, rame e zinco.
Anche in questo caso siamo in presenza di un'erba dalle mille funzioni: è infatti depurativa, antiallergica, antireumatica, emostatica, diuretica, astringente, antianemica, vasocostrittrice (può aumentare la pressione sanguigna), tonificante, rimineralizzante e può essere utile per prevenire l'iperplasia prostatica (ingrossamento della prostata) e contro l'alopecia, poichè inibisce l'attività del DHT (ormone maschile, in bassa percentuale presente anche nella donna).
Anche questa pianta và evitata in gravidanza e allattamento, in caso di allergia e in concomitanza di farmaci diuretici.

Principali utilizzi.
Come brevemente accennato all'inizio del post, queste due piante, singole o mescolate tra loro, possono essere trattate in due modi differenti:
-infuso: si mettono a scaldare 100 ml di acqua in un pentolino, quando bolle la si versa sopra le erbe (1 cucchiaio), si mescola e si lascia riposare dai 5 ai 20 minuti, in seguito si filtra e si beve. Questa modalità di preparazione però è utile (nel caso specifico dell'Equiseto e dell'Ortica) per ricavare una tisana diuretica e depurativa.
-decotto: in questo caso, si versa 1 cucchiaio della pianta scelta (o del mix) all'interno di 200 ml di acqua fresca (è circa una tazza) e si porta il tutto a ebollizione. Quando l'acqua inizierà a bollire si fanno trascorrere 10/15 minuti, quindi si spegne in gas e si lascia riposare il tutto per altri 15/20 minuti; infine si filtra e si beve, due volte al giorno lontano dai pasti. Questa preparazione è utile (nel caso specifico delle due piante prese in esame) per la loro funzione rimineralizzante!
Poichè queste piante non hanno un sapore molto buono (a me ricordano un po' l'odore della Cassia) è possibile addolcirle con miele.
-uso esterno: se proprio non ce la fate a berle, è possibile utilizzarle in diversi altri modi.
L'Equiseto per esempio è utile in caso di pelle e capelli grassi, come anticaduta, per smagliature, infiammazioni e gonfiori, sangue dal naso o bruciori alla gola. Si possono quindi effettuare dei lavaggi con infuso o degli impacchi con il decotto.
L'Ortica invece è utile come antiforfora, contro il sebo in eccesso, in caso di epistassi (sangue di naso), acne ed eczemi o come anticaduta. Anche in questo caso, quindi, si possono effettuare dei risciacqui o dei cataplasmi.

Personalmente ho provato, quest'estate, il risciacquo con infuso di foglie di Ortica e, avendo sentito parlare bene della tisana Equiseto+Ortica, ho voluto provarla per uso interno. La sto bevendo da circa tre settimane e ancora non me la sento di darvi un'opinione circa la sua effettiva funzione rinforzante (per capelli e unghie), ma dopo che l'avrò testata per altro tempo o se noterò miglioramenti ve ne parlerò volentieri.
L'ho acquistata in erboristeria per un prezzo di 4 euro/100 gr. Le piante si presentano secche e triturate; in alcuni supermercati invece ho visto le tisane già pronte, se non sbaglio della marca L'Angelica, ma non ricordo il prezzo.

Per saperne di più sulle diverse preparazioni (cataplasmi, lozioni, macerati, ...) vi rimando al post: "erbe e piante: le principali preparazioni", mentre per sapere cosa sono alcaloidi, fenoli, flavonoidi, vi lascio il post: "erbe e pianti: i principi attivi" ;) Prossimamente conto di fare un post anche con le principali funzioni dei minerali e delle vitamine.


Spero che il post vi sia stato utile e grazie per averlo letto! A presto!
Posta un commento